lunedì 22 settembre 2014

Sex Tape e Rob Lowe lucido

Il porno vende, non c'è dubbio, anche Jax Teller di Sons of Anarchy lo dice sempre che "pussy sells".
I protagonisti di Sex Tape però non è che vogliano darsi al mercato del porno, ma semplicemente girano il loro personale filmino hard un po' per noia e un po' per risvegliare la passione sopita.
Loro sono Jason Segel e Cameron Diaz che avevano già dimostrato la loro alchimia in Bad Teacher e qui, sempre diretti da Jake Kasdan, ci riprovano, per la serie "squadra che vince non si cambia".
A 'sto giro interpretano marito e moglie, Jay e Annie, i quali, schiacciati dalla presenza di due figli e dalla routine quotidiana, si sentono un po' frustrati perchè non riuscono più a ritagliarsi un po' di tempo per loro due.
Jay lavora tanto con qualcosa che ha a che fare con la musica, mentre Annie cura un blog di grande successo sull'essere mamma, tant'è che le viene fatta un'offerta di lavoro che non può rifiutare da Rob Lowe.
Per festeggiare il successo, decide allora di smollare i marmocchi alla madre e di sorprendere il marito, ma purtroppo le cose non sono più automatiche come un tempo e la serata non va come previsto. Per rianimare la situazione più tragica che comica, la coppia decide di filmarsi mentre mettono in atto tutte le posizioni di un libro stile kamasutra.
Il risultato per loro è incredibilmente soddisfacente e sono contenti di aver ritrovato il desiderio di un tempo, di quando erano giovani e s*******o come conigli.
Le cose però precipitano inesorabilmente quando Jay si rende conto che il video tramite il cloud è finito su tutti gli ipad di amici, parenti e conoscenti.
Sono completamente lucido! Yeahhhh!
Da questo momento in poi, tutto il film mostra i loro buffi tentativi per cancellare il video: un'accozzaglia di gag viste e riviste, tirate troppo per le lunghe. Una su tutte, la serata a casa di Rob Lowe, dove Annie distrae il capo pippando insieme a lui e Jay va alla rierca dell'Ipad perduto finendo quasi sbranato da un cane. A proposito, ma cosa è successo a Rob Lowe? Che gli hanno fatto? Sembra che lo abbiano lucidato, è splendente, luminoso in un modo roboticamente inquietante, cioè è diventato più manichino di prima. La sua voleva essere un'apparizione simpatica, ma non la è stata molto. La definirei più che altro agghiacciante. L'unica trovata divertente è stata quando Jason Segel mette ko il pastore tedesco e per paura di avergli fatto del male, si rivolge a Siri per rianimarlo.
Immagino che l'intento fosse quello di realizzare un film demenziale, però l'unica cosa demenziale è vedere due protagonisti così rincoglioniti e lo sono a tal punto che ti fanno incazzare. Dai non puoi essere minacciato da un ragazzino e andare nella sede centrale di yourporn e sfasciare il server centrale. Per dirla come il milanese imbruttito: "figa, ma sei serio?".  Io capisco che il panico non faccia ragionare lucidamente, però fermarsi un attimo a pensare ad una soluzione meno radicale si potrebbe fare, tipo guardare su internet, cercare tra le impostazioni. E invece no, meglio andare di porta in porta e rubare denaro oppure rischiare di farsi arrestare davanti ai propri figli. Ok che non sono nativi digitali, però dai non è possibile essere così scemi. Problem solving, coping sono abilità sconosciute a chiunque abbia scritto questo film.
Un'altra cosa che fa arriabbiare è che il film aveva un potenziale: una buona idea di partenza e attori bravi e affiattati. Cosa è quindi andato storto? Immagino lo sviluppo convenzionale e prevedibile. Da una partenza così potevano approfondire l'incapacità di gestire i rapporti, la coppia in crisi, i pro e contro della tecnologia e altro. Solo con Jack Black, in un cammeo stile deus ex machina, si parla di questi aspettio ma purtroppo arriva solo verso la fine e il risultato complessivo è alquanto pessimo. Di questa visione, ricorderemo solo le chiappe di Cameron Diaz che a quaranta e rotti anni è più bella di quando era giovane e il product placement spudorato della Apple.

Voto 4/10
"Oddio, che è sto coso? Come si usa?"